Cloud in-a-box: da 4ward, Dell e Microsoft una nuova offerta cloud per le PMI

Soluzioni –

La prima appliance convergente a supporto di una crescita flessibile, che consente di puntare sul Cloud Computing Privato o Ibrido a seconda delle esigenze di business.

4ward consolida la partnership con Dell e Microsoft per rendere il Cloud Computing ancora più accessibile alle PMI italiane e annuncia “Cloud in-a-box”, la prima appliance convergente grazie alla quale la maggior parte delle aziende italiane potrà beneficiare della flessibilità del Cloud e della possibilità di implementare facilmente soluzioni ibride in grado di estenderne l’infrastruttura in linea con le esigenze di business.

La nuova soluzione, disponibile a partire da metà aprile, è stata proprio progettata per rispondere alle necessità delle PMI o delleorganizzazioni pubbliche e private, dotate di sedi, dipartimenti o filiali remote, che possono così fare affidamento – in tempi rapidi e con costi paragonabili a quelli di una comune infrastruttura virtualizzata – su un Private o Hybrid Cloud integrato con l’infrastruttura esistente e pronto ad erogare servizi IaaS localmente, su Microsoft Azure o altre piattaforme di Cloud pubblico. L’appliance, certificata da Dell, può ospitare fino a 25 dischi e 4 lame e dispone di strumenti per migrare in sicurezza, totalmente o parzialmente, la propria infrastruttura eterogenea in modo da ridurre drasticamente complessità e costi di gestione e beneficiare di diritti di virtualizzazione, gestione e backup per un numero illimitato di macchine virtuali, monitoraggio olistico e integrato delle componenti hardware e software, backup e disaster recovery geografico, estensione del datacenter e maggiore disponibilità dei propri servizi.

L’appliance, completamente italiana, si basa su Dell PowerEdge VRTX, una soluzione convergente in grado di consentire a una qualsiasi organizzazione di implementare un Data Center in un paio d’ore. Grazie alla tecnologia Microsoft Windows Server 2012 R2 e Microsoft System Center 2012 R2 e alla proprietà intellettuale di 4ward, le aziende potranno beneficiare di una soluzione di Cloud privato estremamente intuitiva, che si implementerà al primo avvio del sistema con il supporto di un wizard, senza richiedere competenze specifiche o progetti ad hoc. Con altrettanta semplicità potrà essere estesa verso un Cloud pubblico, realizzando una soluzione ibrida.

Per consentire a un numero sempre maggiore di aziende di trarre vantaggio dalla scalabilità del Cloud Computing, Dell e 4ward hanno sviluppato con il supporto di Microsoft una soluzione che risponde a quelli che vengono tradizionalmente considerati ostacoli all’adozione del Cloud, anche se dovrebbero rappresentarne i driver, ovvero sicurezza percepita, scarsità di risorse e mancanza di know-how. In termini di sicurezza, “Cloud in-a-box” consente di decidere quali dati e workload ospitare sul proprio Datacenter, su Microsoft Azure o su un altro Cloud Provider locale. Inoltre la soluzione è vantaggiosa per due motivi, innanzitutto offre un’infrastruttura Cloud al costo di una comune infrastruttura virtualizzata e poi automatizza l’integrazione tra il Cloud e l’eventuale infrastruttura IT esistente, consentendo di azzerare tempi e costi di implementazione risparmiando fino a venti giornate uomo. “Cloud in-a-box” ha anche il vantaggio di basarsi su soluzioni già diffuse sul mercato, come Dell VRTX, Microsoft Hyper-V 2012 R2 e System Center 2012 R2, e con competenze facili da reperire, oltre a offrire una gestione intuitiva e un cruscotto che ne semplifica ulteriormente l’uso.

“Già da diversi anni parliamo ai nostri clienti di it-as-a-service ed innovazione tecnologica a supporto del business, ma mai come oggi tendenze di mercato e tecnologia convengono verso scenari dove questo paradigma diviene realtà ed esigenza. La crescente offerta di servizi cloud, soprattutto per la piccola e media impresa, sarà un elemento fondamentale per la competitività e la crescita. Cloud in-a-box intende essere un ulteriore strumento a supporto di una crescita flessibile, grazie a cui le aziende, di qualunque dimensione, possono adottare il Cloud Computing in maniera ancora più semplice, passando dal Private all’Hybrid Cloud in base alle reali esigenze di business, valutando di volta in volta quali dati e workload ospitare sul proprio Datacenter o su un Cloud Provider diverso”, ha dichiarato Christian Parmigiani, Executive Director di 4ward.

“Con l’introduzione lo scorso anno della soluzione PowerEdge VRTX, Dell ha sposato il concetto di Data Center in-a-box, creando un nuovo standard di riferimento per il mercato. Oggi, grazie alla collaborazione con 4ward e all’utilizzo della piattaforma cloud Microsoft, l’introduzione dell’appliance Cloud in-a-box, definisce un nuovo e unico modello di approccio al cloud, che consentirà ad un elevato numero di aziende di beneficiare di tutti i vantaggi del cloud in modo semplice, economico e rapido ma soprattutto senza alcun tipo di impatto con le attuali infrastrutture IT. Facendo così cadere tutte le barriere, psicologiche e oggettive, che sino ad ora hanno sempre ostacolato l’adozione del cloud nelle aziende”, ha affermato Fabrizio Garrone, Solutions Manager di Dell.

“In linea con il nostro costante impegno per promuovere la digitalizzazione del Paese, siamo soddisfatti della collaborazione con Dell e 4Ward che ci ha permesso di mettere a fattor comune le nostre competenze sviluppando una soluzione che siamo convinti possa essere di sostegno per il percorso di innovazione delle PMI italiane”, ha dichiarato Vincenzo Esposito, Direttore della Divisione Piccola Media Impresa e Partner di Microsoft Italia.

Pubblica i tuoi commenti