Dell cambia passo allo storage con la fluidità

Gestione –

Fluid Cache for Das 1.0 abilita l’accelerazione delle applicazioni su Linux. Si può aumentare del 60% gli utenti contemporanei di un database.

Dell sta per rilasciare la tecnologia di accelerazione delle applicazioni Fluid Cache per Das.
Si tratta di una proposta che combina il software Fluid Cache, i server PowerEdge con dischi Ssd Express Flash Pci e lo storage opzionale PowerVault, per ottenere un notevole aumento delle prestazioni di tutte le applicazioni basate su Linux.

Express Flash fornisce un’infrastruttura di storage hot-swappable situata all’interno del server, che offre la base hardware per la disponibilità e i servizi di classe enterprise.
Ma l’hardware è solamente un componente: c’è anche la tecnologia software al centro della Fluid Cache, che è frutto dell’acquisizione di Rna da parte di Dell.

In pratica Fluid Cache per Das migliora le performance creando un pool di cache a velocità elevate.
Accelerando sia la scrittura che la lettura dei dati, offre prestazioni elevate per soluzioni di cache di sola lettura.

Utilizzando Fluid Cache, fa sapere Dell, è possibile aumentare del 60% il numero di utenti contemporanei di un database, raddoppiando nel contempo il numero di transazioni al secondo.
Questo permette di indirizzare i picchi stagionali delle transazioni online, l’arrivo di numerosi nuovi utenti o qualsiasi altra problematica organizzativa in modo rapido, semplice ed economico.

Sempre per Dell, tenendo traccia e replicando tutti i dati nella cache, Fluid Cache può anche ridurre i tempi medi di risposta del database fino al 95% senza compromettere l’integrità dei dati.

Questo mix di prestazioni e affidabilità è indicato per applicazioni aziendali basilari, come i database Oltp di Oracle al centro di molti sistemi Erp o Crm.

Fluid Cache non dipende da applicazioni, non necessita di modifiche di codice o di impostazioni particolari e può scalare i drive Express Flash al crescere delle esigenze delle applicazioni senza downtime dell’hardware, utilizzando i server PowerEdge e i tool di gestione già in uso.

Le prossime versioni della tecnologia Fluid Cache potenzieranno le funzionalità storage San di Dell, come Dell Compellent, estendendo il tiering automatizzato oltre gli array di storage per includere i server e garantire così prestazioni e ottimizzazioni maggiori dei sistemi operativi e degli hypervisor.

www.01net.it – 21 marzo 2013

Pubblica i tuoi commenti