Dell: “La nostra attenzione è sul mondo enterprise, non sugli smartphone”

Rassegna Stampa –

A seguito dell’approvazione dell’offerta per uscire dalla borsa, il fondatore e CEO di Dell spiega la strategia dell’azienda per il prossimo futuro.

Michael Dell, fondatore e CEO dell’omonima compagnia, ha avuto modo di sottolineare alcuni dettagli della strategia che intende approntare per l’azienda all’indomani dell’avvenuta approvazione dell’offerta avanzata per riportarla allo status di private company.

Nel corso di un’intervista con la CNBC Dell ha voluto evidenziare il successo della compagnia nel mercato enterprise e l’impegno a continuare a coinvolgere i consumatori con nuovei tablet e sistemi PC, sebbene abbia smentito le voci circa la possibilità di tornare ad operare nel business degli smartphone.

Negli anni passati Dell ha rilasciato vari smartphone a marchio Venue, senza che però le soluzioni Android e Windows Phone riuscissero a decollare sul mercato. La compagnia ha inoltre assistito a vendite non particolarmente entusiasmanti con i tablet XPS 10 e Latitude, che hanno dovuto soffrire una agguerrita concorrenza da parte delle alternative iPad e Android.

Il brand Venue è però stato riportato sotto i riflettori la scorsa settimana, in occasione dell’Intel Developer Forum, per mostrare in anteprima un tablet da 8 pollici basato su piattaforma Bay Trail, consentendo così una piena esperienza Windows 8.1 su un dispositivo tablet tradizionale. Dell però non ha ancora rilasciato informazioni sul prezzo di questo dispositivo.

“Siamo davvero concentrati sui nostri clienti e sul realizzare soluzioni end-to-end” ha affermato Dell, il quale ha poi precisato quali siano le cinque aree strategiche nelle quali la compagnia si impegnerà per lo sviluppo futuro: miglioramento delle soluzioni enterprise, ampliamento delle capacità di vendita, maggiore attenzione sui mercati emergenti, cloud client computing per tablet e pc e nuovi investimenti per migliorare l’esperienza del cliente.

“Si tratta di cambiare la nostra attenzione da un obiettivo trimestrale ad un termine più esteso, cinque o dieci anni, raddoppiando gli investimenti” ha continuato Dell che osserva come l’azienda stia operando in un settore che muove un giro di affari di 3 mila miliardi di dollari, dei quali Dell riesce a beneficiare del 2% circa. “Nessuno detiene il 4% o il 5%. E’ un numero di realtà incredibilmente grande” ha affermato Michael Dell, prevedendo che il settore potrà evolvere arrivando nel medio termine a muovere un giro di affari di 6 mila miliardi di dollari.

Uno dei predominanti trend di mercato è la necessità, da parte di molti clienti Dell, di realizzare i propri sistemi di cloud privato. Ciò si traduce in importantissime opportunità per l’azienda statunitense, dal momento che queste compagnie hanno ovviamente bisogno di server, infrastrutture, sistemi di storage che Del può fornire loro in un contesto di integrazione.

www.businessmagazine.it – 16 settembre 2013

Pubblica i tuoi commenti