Device a rischio sicurezza: mai abbassare la guardia

Dell_Security_Cristiano_CafferataInternet, social media, email, homebanking e quant’altro.
Che si acceda ai propri dati da pc o smartphone, l’attenzione alla sicurezza non deve venir meno mai.
Emailsecurity e One identity alla mano, ci spiega perché Cristiano Cafferata, Dell Security Team leader.

D:     Sento parlare di furto di identità e di informazioni. Internet è davvero così pericoloso?
R:      A dire il vero, l’attuale mondo Internet tende sempre più a simulare quello reale, basta vedere quanto social network in genere e App abbiano preso il sopravvento sugli utenti. Spesso, però, ci si dimentica che per quanto intangibile, tale mondo virtuale ha conseguenze reali quando se ne perde il controllo. Sempre più spesso, infatti, gli utenti scaricano involontariamente quegli spiacevoli software che bloccano il pc, che ne ascoltano le comunicazioni e ne azzerano la privacy, chiedendo persino al proprietario di pagare un riscatto per ottenere indietro i propri dati.
Con Dell Software questo può essere evitato.

D:     Gli smartphone sono a rischio sicurezza? Come fanno gli hacker a provocare danni alle aziende?
R:      Gli smartphone sono ottimi bersagli e contemporaneamente un veicolo per i male intenzionati, visto che sono pieni di dati e con meno protezioni dei pc e dei server. Questo li rende obiettivi ghiotti di chi vuole dati e accesso veloce agli stessi, basta che chiediate a colleghi e amici quanti hanno un antivirus o un firewall sul proprio smartphone. Sempre agli stessi chiedete, poi, quanti utilizzano dallo stesso smartphone applicazioni come homebanking, posta aziendale, accesso a siti di social network e quant’altro.
Chi vuole abusare delle reti altrui, a oggi, investe nel colpire questi device con tecniche sempre più nuove e aggiornate, finti Sms, email di phishing, siti Web modificati.
Per fortuna le soluzioni Dell hanno lo scopo di limitare o azzerare questi pericoli.

D:     È vero che la posta elettronica non è solo un sistema di comunicazione ma anche una preda per gli hacker?
R:      Sì, i sistemi di posta elettronica sono preda degli hacker in quanto sono servizi esposti su Internet e spesso sono il miglior veicolo per penetrare con uno stratagemma in casa del cliente. Basti pensare alle quantità di email che simulano la provenienza da un istituto di credito studiate ad hoc per fare leva sul fattore economico.
Dell Software ha soluzioni di Emailsecurity utili a impedire che ciò accada.

D:     Siamo sempre connessi e controllati: in azienda si parla di identità e accesso. Che cosa significa per la mia privacy?
R:      Ogni giorno usiamo dispositivi cellulari, carte di credito, Telepass e siamo costantemente in comunicazione con il resto del mondo. Tutto ciò è utilissimo ma serve anche avere la certezza che queste informazioni non vengano usate da terzi nel modo sbagliato.
Le soluzioni di one identity di Dell Software permettono di riprendere il controllo sulla propria identità.

D:     Sono abituato a fare una copia delle mie foto e dei miei documenti, è davvero così importante cifrarli prima di trasferirli?
R:      Sì, ormai tutti i sistemi a disposizione prevedono anche di fare copia di se stessi in cloud o, comunque, su spazi esterni. Non prevedere la cifratura di questi dati significa metterli a rischio di furto.
Le soluzioni Dell Software prevedono di interagire con tutte queste esigenze in modo facile e indolore per l’utente, garantendogli di essere l’unico ad avere pieno accesso.

Pubblica i tuoi commenti