Digital transformation Microsoft-Dell per il controllo qualità di Azimut

Azimut_LogoIntenzionata ad aumentare la produttività del proprio personale, a ridurre i processi manuali e a eliminare i documenti cartacei, il gruppo Azimut | Benetti ha digitalizzato il controllo qualità di tutta produzione del marchio Azimut con un’App per Windows 8 su tablet Dell.

Realizzato nel 2014 dall’It del più grande gruppo privato del settore nautico al mondo, il progetto di digitalizzazione ha coinvolto il reparto tecnico dell’azienda, il team del controllo qualità e l’area produzione.

A occuparsene, Gianluca Santevecchi, It System Administrator & Project Manager, e Michele Giordano, It Project Manager di Azimut | Benetti, attenti a introdurre nell’azienda italiana, guidata da oltre 40 anni da Paolo Vitelli, un sistema digitale per migliorare le attività inerenti i collaudi degli yacht.

Il primo passo è stato dismettere gli iPad Apple utilizzati in precedenza con un’applicazione gratuita per produrre documenti di testo, immagini e Pdf archiviati in cartelle di rete e inviati via email ai responsabili dei reparti Qualità e Produzione per creare un processo strutturato da utilizzare nelle audit e ridurre al minimo le possibilità di errore nelle fasi di estrazione e valutazione dei dati di produzione.

La scelta è caduta su dispositivi Dell in grado di garantire la massima sicurezza in termini di antivirus, firewall e autenticazione dell’utente, oltre alla completa integrazione con le soluzioni Microsoft di cui il gruppo, che opera e realizza in sei cantieri oltre 40 modelli in produzione, è dotato.

Il passaggio all’ultima release di Dynamics Ax e di SharePoint 2013, come logica conseguenza, ha permesso al team It del gruppo Azimut | Benetti di creare un ambiente digitale in cui sfruttare le potenzialità del sistema operativo Microsoft perfettamente integrato con i sistemi business critical e rappresentante “un ambiente più semplice e familiare – sottolinea Gianluca Santevecchi – più volte suggerito dai nostri clienti interni”, in cerca di “un’App accessibile in ogni sua parte con pochi clic e in grado di offrire la migliore user experience grazie a un’interfaccia smart che pone in primo piano i dati più importanti”.

Qui la scelta è caduta su Audit Manager di Focus Informatica, un’applicazione nativa per l’ambiente Windows condita in maniera vincente dalla disponibilità del partner di personalizzare la propria soluzione in base alle specifiche richieste messa, per giunta, in produzione con due mesi di anticipo rispetto alla timeline concordata a inizio progetto.

In questo modo, Azimut ha potuto iniziare l’anno fiscale nautico con il nuovo sistema di gestione delle audit completamente digitale, mentre di Dell sono le postazioni di lavoro tradizionali e i già citati tablet della linea Venue 8 Pro con processore Intel e Sistema Operativo Windows 8.1 Pro sui quali è ora installata Audit Manager.

In attesa di un’applicazione anche per le audit di Benetti
I risultati fin qui ottenuti parlano di dati risultanti dalle attività di audit resi disponibili in file Pdf e, insieme alle immagini scattate con i tablet dai tecnici, pubblicati su SharePoint 2013 al quale i manager di più divisioni hanno accesso in qualsiasi momento.

Con il progetto ormai a pieno regime per tutta la produzione del marchio Azimut, l’azienda ha già manifestato l’intenzione di voler ampliare l’utilizzo dei tablet con Windows 8 e Audit Manager anche ai prodotti Benetti, nonostante l’incompatibilità, nella maggior parte dei casi, di procedure e controlli qualità di due linee di prodotto completamente diverse tra loro.

Ma tant’é. Per gli otto tecnici che si occupano del controllo qualità degli Yacht di lusso del Gruppo, un cambio così disruptive rispetto al passato ha permesso di aumentare la produttività e di ridurre a zero le possibilità di errore nel passaggio di informazioni individuando e tracciando all’istante eventuali difetti di produzione tale per cui, oggi, la Direzione di Produzione ha a disposizione un vero e proprio sistema di Business intelligence con indicatori di qualità accessibili in qualsiasi momento.

Non per niente, con le certezze di massima sicurezza e affidabilità del sistema, l’azienda ritiene di raggiungere un Roi positivo entro un anno dalla messa in produzione.

Pubblica i tuoi commenti