Sette cose che le aziende devono sapere prima di migrare a Sharepoint 2013

News –

Quest Software, ora parte di Dell, individua le migliori funzionalità di SharePoint 2013 e offre una soluzione di migrazione gratuita.

SharePoint è una piattaforma per la collaborazione aziendale potente e in rapida espansione, ma le nuove caratteristiche della versione SharePoint 2013 portano reali vantaggi?
Quali benefici potranno trarre le aziende da SharePoint 2013 e come faranno a determinarli?
Queste sono le domande da porsi per saperne di più su SharePoint 2013.

Prima di decidere come e quando migrare i contenuti di SharePoint, i file condivisi di Windows, le cartelle pubbliche di Exchange e le applicazioni Lotus Notes su SharePoint 2013, on-premise oppure online, è importante che le aziende comprendano le nuove caratteristiche di quest’ultima versione e perché tali funzionalità sono importanti per le aziende moderne.

Quest Software, ora parte di Dell, uno dei principali fornitori di strumenti SharePoint per le aziende, ha identificato i sette punti che ogni azienda deve considerare nella valutazione di SharePoint 2013 e offre un tool gratuito che consente la migrazione verso l’ambiente SharePoint 2013 in modalità Preview. Le aziende avranno quindi la possibilità di testare le nuove caratteristiche di SharePoint 2013 prima di migrare.

1. Interfaccia Utente più Moderna: chi ha avuto modo di vedere gli aggiornamenti sui siti Microsoft, le preview Windows 8 o l’interfaccia Modern rilasciata su Windows Phone apprezzerà il nuovo look and feel di SharePoint, che include tile animati e una comoda interfaccia di navigazione.
2. Tornare a condividere i documenti con SharePoint: il “Menu Share” offre un modo semplice di condividere i documenti attraverso un sito SharePoint personale o del team. Prima i documenti dovevano essere spostati su un’area pubblica o su link che poi dovevano essere spediti: ora, invece, si tratta semplicemente di “Condividerli”.
3. Social: una delle maggiori novità è che le immagini e i link potranno essere postati su SharePoint con la stessa facilità di Facebook. Oltre a seguire persone e tag, SharePoint 2013 ora consentirà agli utenti di registrarsi e seguire documenti.
4. Come su Twitter: Twitter ha diffuso l’utilizzo quotidiano di @ e #: @ indirizza direttamente il post a una persona specifica (@nome), mentre # indica un argomento che è possibile cercare e seguire. Su SharePoint 2013, @ indirizza un post agli utenti SharePoint e # identifica la parola successiva come parola chiave dinamica per seguire il Managed Metadata Service (MMS) su SharePoint.
5. Tutta questione di App: tutto – custom list, library e, ovviamente, applicazioni – è ormai diventato un’app. Questo significa che non è necessario un accesso diretto al server per installare o far funzionare un’applicazione, che può essere aggiunta o acquistata online su Microsoft SharePoint Store o su un marketplace in-house.
6. Metadata gestiti: il servizio MMS ora è più robusto, poiché tag, pin e termini possono essere “bloccati” per prevenirne la duplicazione accidentale. Inoltre, i termini MMS stessi possono avere proprietà (come prezzo o colore) e possono essere utilizzati direttamente nella navigazione.
7. Ricerca migliorata: l’investimento di Microsoft in FAST ha portato un sottosistema di ricerca completamente riscritto.


Provare prima di comprare – migrazione gratuita a SharePoint 2013:

• Le aziende che vogliono scoprire le nuove caratteristiche di SharePoint 2013 in modalità Preview hanno a disposizione uno strumento gratuito di Quest Software che consente di spostare i contenuti verso l’ambiente Preview.
• Per un tempo limitato, i clienti e i partner potranno scaricare gratuitamente la Suite di Migrazione di Quest per SharePoint 2013 Preview.

  • Dopo aver scaricato questo strumento gratuito, gli utenti potranno immediatamente migrare i propri contenuti verso SharePoint 2013 on-premise e online da SharePoint 2003/2007/2010, dai file share Windows ed Exchange Public Folders.

• Molti strumenti di migrazione SharePoint di Quest sono già disponibili per SharePoint 2013 e ne supporteranno la versione ufficiale quando verrà presentata sul mercato.
• Quest supporterà anche la migrazione dalla Preview di SharePoint 2013 alla versione ufficiale della piattaforma entro 90 giorni dal rilascio. Gli strumenti nativi non supporteranno il percorso di migrazione dalla Preview alla versione ufficiale.


Chris McNulty, strategic product manager, Quest Software commenta:


“Quando viene presentata una nuova versione di SharePoint, le aziende si chiedono se sia il momento giusto per migrare. Siamo convinti che, per essere davvero in grado di rispondere a questa domanda, le aziende abbiano bisogno di una comprensione profonda delle nuove caratteristiche e, soprattutto, del perché queste funzionalità possano fornire vantaggi significativi alle aziende di oggi. Attualmente, le aziende possono scaricare gratuitamente la Suite di Migrazione di Quest per la Preview di SharePoint 2013 e testare sul campo le nuove funzionalità, così da poter decidere in modo consapevole se e quando migrare su SharePoint 2013”.

Pubblica i tuoi commenti