End-to-end support per l’infrastruttura It di Ego

Dell_logo_2010In programma nel corso del 2015, la nuova configurazione dell’interferometro Virgo, ideato al fine di rivelare le onde gravitazionali, ha richiesto all’Osservatorio Gravitazionale EuropeoEgo di rinnovare la propria infrastruttura datacenter.

Nel quadro degli sforzi europei per la ricerca nella nuova frontiera della fisica, la scelta del consorzio italo-francese, nato nel 2000 con sede a Cascina, in provincia di Pisa, è caduta su Dell, definito in una nota ufficiale da Antonella Bozzi, Direttore Ict di Ego, “un partner capace di accompagnarci nei progetti di ricerca che seguiamo e che richiedono un supporto tecnologico all’avanguardia, per prestazioni e affidabilità”.

Per sostenere le più rigorose necessità legate ai nuovi progetti è stato, infatti, indispensabile rivedere l’infrastruttura informatica di Ego e sostituirla con una soluzione realmente end-to-end, che coinvolgesse diverse componenti: dallo storage ai server passando per il networking.
Obiettivo del Consorzio: sostenere al meglio l’impatto delle nuove attività sperimentali sull’infrastruttura informatica esistente, per un flusso di dati pari a 24MB/s proveniente dall’interferometro e l’elaborazione in tempo reale per la ricerca di segnali gravitazionali, la loro archiviazione e il loro successivo trasferimento anche nei centri di calcolo nazionali per un’analisi offline.

Da qui la scelta di Dell di mettere a punto una soluzione composta da blade server Dell PowerEdge M620 e M820, da array storage Dell EqualLogic PS6210 e Dell Compellent SC8000 e da sistemi Dell Networking S-Series nel datacenter per contribuire a innalzare i livelli di efficienza e produttività.
L’infrastruttura ridisegnata permetterà anche di migliorare le prestazioni per gli utenti e di incrementare la flessibilità nella allocazione delle risorse grazie alla convergenza tra Lan e San gestita, con Dell Active Fabric Manager, da tool di provisioning e, con Open Manage Network Manager, di monitoring.

I server Dell rappresentano anche la base su cui Ego ha, infine, costruito una Virtual Desktop Infrastructure, con la presenza di thin client finalizzati ad alleggerire la presenza di apparati tecnologici e semplificare ulteriormente la gestione.

Come sottolineato da Luca Impastato, Sales engineer & It architect, Enterprise Solution Group, Dell Italia: “Abbiamo voluto comprendere le esigenze dell’Osservatorio Gravitazionale Europeo, in particolare per quel che riguarda le modalità di raccolta ed elaborazione dei dati, e insieme al team di specialisti di Ego, convenire e progettare una soluzione ad hoc capace non solo di soddisfare tutti i requisiti richiesti, ma anche di offrire valore aggiunto in termini di flessibilità, scalabilità e produttività a tutti i livelli”.

Oggi, rispetto al passato, grazie alla nuova infrastruttura, il Consorzio necessita solamente di un terzo dell’energia necessaria ad alimentare i suoi sistemi.

 

 

 

Pubblica i tuoi commenti